paura di non essere abbastanza

La Atelofobia è definita come la paura di non essere all’altezza di qualcosa o la paura di non essere abbastanza.

La traduzione di questa parole è paura (fobia) dell’imperfezione (atelo)

Rientra tra i disturbi ansiosi e consiste in una eccessiva e persistente paura di non essere abbastanza, di sbagliare o comunque di essere imperfetti in vari aspetti.

La persona atelofobica ricerca una perfezione che ad oggi giorno è per giunta elogiata anche se inesistente nella natura umana. L’atelofobico finirà ben presto per non godere delle piccole gioie della vita perché ogni obbiettivo raggiunto penserà che poteva essere fatto meglio o comunque c’è un altro obbiettivo ancora più in alto che non ha raggiunto.

Sintomi

  • impotenza
  • ansia
  • vergogna
  • paura di sbagliare
  • evitamento delle sfide o delle situazioni stressanti
  • perdita di controllo
  • paura di avere l’attenzione su di sé
  • Rabbia
  • irritabilità
  • difficoltà di concentrazione
  • paura di essere rifiutato
  • stress
  • paralisi: non sapere più cosa fare
  • sintomi fisici: eccessiva sudorazione, iperventilazione, mancanza del respiro, palpitazioni, cefalea, tensione muscolare, nausea, stanchezza, tremori, disturbi del sonno.

‍caratteristiche tipiche

La persona atelofobica tende a pensare di poter fare errori senza accorgersene e per questo mette un alto grado di supervisione in tutti i compiti che svolge, utilizzando un alto grado di risorse cognitive. Essendo tutto ciò molto faticoso la persona tende a non prendersi impegni.

  • Porsi obbiettivi irrealistici
  • Evitare di iniziare o portare a termine compiti
  • Rimuginare sugli errori passati e futuri (mania del controllo)
  • Non mettersi mai in competizione
  • Ricerca della perfezione a scapito della produttività
  • Può paralizzarsi di fronte ad una difficoltà

Cause

  • genetica;
  • trauma

l’origine sembra comunque essere in tenera età in quanto si rilevano i sintomi dell’atelofobia anche in bambini e poi si cronicizzano nella vita adulta.

Le persone di riferimento dell’atelofobico possono essere state molto severi, richiedenti e aspettative molto alte o di perfezione. Queste richieste possono essere diventate credenze intrinseche nella vita dell’individuo. Come ad esempio “verrò amato solo se sono abbastanza perfetto”. Trasformandosi però in bassa autostima, perché in un mondo in cui la perfezione non esiste il pensiero di fondo è “vedi non sono perfetto e quindi non merito amore”.

Questo porterà la persona a richiedere molte conferme della sua bravura nella relazione romantica. Tuttavia, come in tutte le relazioni le critiche e i problemi vengono fuori e avranno un effetto maggiore su queste persone, perché sarà un’ulteriore conferma che non sono perfette e quindi non meritano amore.

la paura di non essere abbastanza non è sinonimo di perfezionismo

Nell’atelofobia l’obbiettivo è la perfezione, che non viene mai raggiunta e questo diventa paralizzante o blocca i rinforzi positivi che derivano dal raggiungimento di un obbiettivo. Insomma, chi ne soffre non si concede mai di essere felice dei propri risultati. Il punto fondamentale è che questo li porta ad evitare o a restare paralizzati per paura di altri fallimenti.

Chi è invece perfezionista tende a lavorare sempre di più a causa dell’ansia di non essere perfetti. Quindi l’ansia lo spinge all’azione. inoltre, i perfezionisti hanno il desiderio di raggiungere quell’obbiettivo per una motivazione personale, mentre l’atelofobico no.

Soluzioni per la paura di non essere abbastanza

  • lavorare sull’accettazione dell’imperfezione
  • scoprire a cosa fosse funzionale la perfezione per l’individuo in passato

Si consiglia di farlo in presenza di uno psicologo che potrà indicare la strada migliore e potrà supportare il percorso.

Bibliografia

Deiana E. (2022). Atelofobia: la paura di non essere abbastanza, Unobravo. Available at: https://www.unobravo.com/post/atelofobia

Maria M. (nodate). Atelophobia: la paura di non essere abbastanza, psicoadvisor. Available at: https://psicoadvisor.com/sottovalutarsi-quella-spiacevole-sensazione-non-sentirsi-allaltezza-10109.html

3 commenti su “Paura di non essere abbastanza (Atelofobia)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *